Piani di protezione in ogni istituto

Alcuni istituti, in particolare le grandi banche, dispongono già di un piano di protezione. Come che sia, ogni datore di lavoro è tenuto ad informare il personale e rendere accessibili al più presto, se non l’avesse ancora fatto, tutte le prescrizioni vigenti in materia di protezione / prevenzione. Ogni dipendente dev’essere adeguatamente informato. Laddove un istituto ancora non disponesse di un simile piano di protezione, è imprescindibile che ne allestisca uno al più presto e che nel farlo coinvolga la propria Commissione del personale. Dove non è attiva una Commissione del personale, il datore di lavoro è tenuto comunque a coinvolgere il personale nel suo insieme. Per facilità, ogni datore di lavoro può avvalersi della soluzione elaborata dall’Associazione padronale Datori di lavoro banche, per altro allestita con il coinvolgimento anche di ASIB a tutela del personale.

Attenzione: i datori di lavoro devono comprovare di aver sottoposto a tutti gli interessati dipendenti il piano di protezione e che, in particolare, chi lavora in spazi accessibili al pubblico, li abbia ben compresi. Su richiesta, i datori di lavoro sono tenuti a fornire i propri piani di protezione alle autorità.

In caso di inadempienze, in caso di lacune, può essere predisposta la chiusura degli sportelli e, più in generale, di tutti gli spazi aperti al pubblico.

Il Ticino, insieme al resto della Svizzera, ha allentato – e di molto – le restrizioni vigenti sino a pochi giorni fa. Attenzione, però, diverse sono le previsioni (fra le altre del Politecnico di Losanna e ?), che inducono alla prudenza in relazione a una temuta e possibile seconda ondata di contagi. Questo per dire che lavorare è importante, mantenersi in salute è fondamentale. In questo senso, la miglior protezione è tuttora quella di limitare i contatti, motivo per cui un ottimo piano lo conosciamo già e si chiama home office. Centrale è svolgere bene il proprio lavoro, il luogo è un aspetto dell’attività e non l’unico, non abbiate fretta di tornare in ufficio, discutetene con il vostro datore di lavoro.