Significativo aumento dei salari minimi nelle banche

14. Dezember 2014

In occasione delle trattative CIB 2014, l’ASIB aveva rivendicato un aumento del salario minimo, fermo ormai dal 2009 a CHF 50’000.-. Era quindi più che legittimo adeguarlo non soltanto al carovita, bensì anche alle crescenti esigenze professionali imposte agli impiegati di banca. Dopo due sedute, i partner sociali sono giunti a un accordo: nel 2015, il salario minimo sarà aumentato a CHF 56’000.- per gli impiegati di banca in possesso di attestato federale di capacità, e a CHF 52’000.- per gli altri.
L’ASIB s’impegna con successo a favore degli impiegati di banca
In un primo momento, la richiesta dell’ASIB di un cospicuo aumento del salario minimo da era sembrata illusoria. Ma l’esito delle trattative CIB non è soltanto il risultato di due sedute negoziatorie. Da anni l’ASIB cura i contatti con i responsabili dell’Associazione padronale delle banche al fine di consolidare il partenariato sociale. Ci si auspica che l’accordo sui salari assuma un ruolo pionieristico nell’ambito degli ulteriori miglioramenti della CIB, che saranno oggetto di discussione nell’ottobre 2015.
Il salario minimo ha un influsso anche sul resto dei salari
L’aumento del salario minimo influisce direttamente sui salari di tutti gli impiegati che non raggiungono la minima salariale. Ha però un influsso indiretto anche sugli stipendi della maggioranza degli impiegati bancari. Perché se la base della scala salariale aumenta, devono essere adeguati anche gli ulteriori scaglioni. Ciò riguarda tutti i salari annui inferiori a CHF 90’000.-, e pertanto la maggioranza dei dipendenti soggetti alla Convenzione concernente le condizioni di lavoro per gli impiegati di banca. In base ai risultati della nostra inchiesta 1013, il salario mediano per gli impiegati di banca nella fascia d’età tra i 20 e i 29 anni corrisponde a CHF 70’000.-, per i collaboratori non in  funzioni quadro a CHF 76’000.- e nella Svizzera Orientale è di CHF 90’000.-. I dati sono confermati dall’Ufficio federale di statistica: nel 2012 lo stipendio mediano degli impiegati di banca senza funzioni quadro ammontava a CHF 78’288.-. Da qui si può dedurre che beneficeranno dell’aumento in particolare i collaboratori non rientranti nelle funzioni quadro, i giovani e gli impiegati nella Svizzera orientale. Forse gli effetti degli aumenti non saranno avvertibili immediatamente, ma si manifesteranno senz’altro nei prossimi anni.  
Chi può avvalersi degli aumenti?
Tutti gli impiegati che dispongono di un attestato federale di capacità AFC (anche in un ramo diverso da quello bancario) e tutti coloro che hanno assolto la formazione „ “Ingresso in banca per titolari di un diploma di maturità BEM” hanno diritto a un salario minimo di CHF 56’000.-, premesso che la banca sia soggetta alla CIB. Gli impiegati in possesso di un certificato federale di formazione pratica CFP ricevono lo stipendio minimo dopo due anni d’attività. Per tutti gli altri dipendenti lo stipendio minimo è di CHF 52’000.-.
Le disposizioni nuove entrano in vigore contemporaneamente agli aumenti annuali degli stipendi, al più tardi dal 1° aprile 2015. Anche le banche non ardenti alla CIB dovranno mettere in atto prima o poi tali aumenti per preservare la competitività sul mercato del lavoro.
Il salario non può essere inferiore al minimo previsto
Il salario minimo vale per tutti gli impiegati alle dipendenze di una banca aderente alla CIB. Salari inferiori al limite previsto possono essere concordati solo previa consultazione dei partner sociali, in tal caso le parti stipulanti la CIB (art. 25 CIB).
Denise Chervet