Trattative salariali nelle banche – Suggerimenti per il colloquio di qualifica

10. Dezember 2013

Il risultato delle trattative di quest’anno è un aumento degli stipendi che varia dallo 0.75 all’1.00%. La raccomandazione dell’ASIB era di un incremento dall‘1.50 al 2.00%. Gli aumenti salariali saranno ripartiti individualmente in base a vari criteri quali p.e. prestazioni e promozioni.
Negli ultimi anni alcune banche si sono concentrate  sugli aumenti degli stipendi ai livelli inferiori nonché sull’eliminazione delle discriminazioni salariali tra donna e uomo. Nonostante questi sforzi, le differenze di stipendio nelle banche rimangono le maggiori nel confronto settoriale. Il motivo risiede nella mancata trasparenza dei bonus che vanno a favore delle categorie di stipendi più alte e non sono mai oggetto delle trattative salariali. La responsabilità per l’assegnazione e l’entità dei bonus è esclusivamente di competenza delle banche coinvolte.
L’iniziativa contro le retribuzioni abusive lanciata a suo tempo da Thomas Minder, che entrerà in vigore il 1° gennaio 2014, non influisce sulla remunerazione degli impiegati, bensì incide soltanto sugli stipendi dei consiglieri amministrativi, dei membri della direzione aziendale o del comitato consultivo. Gli azionisti potranno votare in merito alla politica salarialeconcernente i responsabili delle banche, ma non i dipendenti. La politica salariale per gli impiegati di banca non è quindi sottoposta a un controllo democratico. Gli impiegati possono far conto soltanto su se stessi per ottenere uno stipendio equo. Anche nelle banche in cui hanno luogo trattative salariali, gli impiegati devono impegnarsi personalmente per ricevere una retribuzione adeguata, perché le banche rifiutano qualsiasi forma di aumento collettivo degli stipendi. Di certo un compito arduo per ogni singolo impiegato, perché tanto le informazioni quanto il potere sono ripartiti a livelli molto diversi.
Suggerimenti dell’ASIB per il colloquio di qualifica:

  1. Informatevi sul previsto aumento della massa salariale (nelle banche senza rappresentanza del personale a volte questa informazione non viene comunicata).
  2.  Dovreste conoscere lo sviluppo del vostro stipendio e dei bonus negli ultimi anni, in modo da poterli confrontare con l’aumento previsto della massa salariale.
  3. Rilevate il posizionamento del vostro salario nella relativa fascia salariale in base alla vostra funzione e posizione.
  4. Parlate del vostro salario con le colleghe e i colleghi e confrontate tra di voi.
  5. In caso di dubbio, accertatevi e telefonate all’ASIB – se siete soci – per informarvi sul sistema di Benchmark retributivi.
  6. Nel colloquio mettete in tavola la questione dello stipendio e dei bonus e formulate chiaramente le vostre aspettative.

Denise Chervet
Direttrice ASIB
denise.chervet@sbpv.ch
>