Work-life balance

14. Dicembre 2014

Perché mai un’azienda dovrebbe occuparsi di politica familiare? A prima vista, la famiglia sembra essere una questione che rientra nell’ambito privato, e non in quello della politica o dell’economia.  Per fortuna la pensa così soltanto una piccola minoranza. Oggi la famiglia riveste ufficialmente lo status di istituzione d’interesse pubblico e beneficia come tale di sostegni sotto varie forme: assegni familiari, sovvenzioni per posti negli asili nido, assicurazione maternità ecc. Anche le aziende progressiste affrontano oggi questo argomento. I motivi sono più di uno: rimanere competitivi sul mercato del lavoro, coprire il fabbisogno di manodopera qualificate, limitare lo stress in base al principio del work-life balance, migliorare l’immagine dell’azienda.
Verificate la politica familiare della vostra banca con Family Score
Numerose banche offrono interessanti vantaggi per le famiglie. Ma sono sufficienti? Qual è il grado effettivo di conformità alla famiglia? Le offerte delle banche rispondono al vostro fabbisogno e a quello della vostra famiglia? Quali sono le vostre aspettative? E come fare affinché la vostra banca le prenda in considerazione?
In collaborazione con  l’Istituto per la ricerca e la consulenza familiare dell’Università di Friburgo,  Pro Familia ha elaborato un questionario che consente ai dipendenti di esprimere la loro opinione, rispettivamente di valutare la loro azienda nel contesto della politica familiare. Il sondaggio è incentrato sulla conformità dell’impresa alle esigenze della famiglia, il cosiddetto Family Score. La partecipazione è assolutamente anonima, Vengono inoltrati alla banca unicamente i risultati con un numero rappresentativo di risposte.
Solo se il numero di dipendenti di un’impresa partecipanti all’inchiesta è sufficientemente alto, s potranno trarre delle conclusioni dalle quali emergerà in quale misura la politica familiare dell’impresa corrisponde alle esigenze del personale.
L’ASIB sostiene il progetto Family Score. Perché l’ASIB s’impegna nella tutela della salute sul posto di lavoro. La possibilità di conciliare famiglia e lavoro contribuisce all’eliminazione di importanti fonti di stress sia per gli uomini che per le donne. La necessità di consentire ai genitori di esercitare una professione a condizioni lavorative interessanti rappresenta inoltre un’imposizione economica associata al fenomeno del progressivo invecchiamento demografico..
L’ASIB vi invita a partecipare all’inchiesta e a sensibilizzare il vostro datore di lavoro in merito ai vostri fabbisogni. Pro Familia ha assicurato d’informare l’ASIB non appena si mette in contatto con una banca. Pro Familia desidera che anche i dipendenti o i loro rappresentanti siano presenti alla presentazione dei risultati. Ciò tornerà utile nella formulazione delle possibili misure tese al miglioramento della politica familiare dell’azienda.
Partecipate ora
A fine gennaio / inizio febbraio tutte le aziende che hanno partecipato al sondaggio saranno contatta per iscritto e saranno invitate a verificare la loro politica familiare. È quindi giunto ora il momento di dar voce alla vostra opinione e alle vostre esigenze nell’ambito di tale tema.
Ulteriori informazioni su www.jobundfamilie.ch> e su www.familyscore.ch>
indietro